Contenuti

Recupero dell'IVA all'importazione nel dropshipping

La possibilità di recuperare l'IVA attraverso il dropshipping è disponibile per tutte le aziende soggette a IVA. Sono comprese le società con lo status di SAS, SASU, EURL, SARL, ecc. L'argomento non riguarda quindi gli imprenditori autonomi. Si tratta in particolare di coloro che sono obbligati a importare le loro merci, sia nei Paesi dell'UE che al di fuori dell'UE. 

Recupero dell'IVA sui prodotti forniti all'interno dell'UE

La questione del dropshipping e dell'IVA è ancora piuttosto delicata, anche se questa attività di e-commerce sta prendendo sempre più piede. Poiché il dropshipper non si occupa dello stoccaggio o della consegna dei prodotti che vende sul suo sito di e-commerce, non è chiaro se sia soggetto all'IVA come dropshipper o meno. Non si occupa nemmeno della logistica delle vendite. Si tratta di tutto ciò che può influire sul confezionamento dei prodotti, sulla spedizione, ecc. 

Tuttavia, per poter disporre di prodotti da esporre sul proprio sito senza averli in magazzino, deve ricorrere a fornitori che possono trovarsi in paesi dell'UE o al di fuori di essa. I fornitori dell'Unione Europea offrono principalmente fatture esenti da imposte. In questo caso, non dovrete richiedere il rimborso dell'IVA in dropshipping, poiché non avete pagato alcuna imposta. Questo primo scenario è particolarmente semplice e facile da capire. Non è lo stesso se il fornitore è situato al di fuori dell'UE. 

Recupero dell'IVA da un'importazione in un paese terzo

Quando un dropshipper si rifornisce di merci da un Paese terzo, deve essere soggetto alle normative sulle importazioni. In questo modo, i consumatori ordinano prodotti da un Paese diverso da quelli dell'UE. 

La registrazione del prodotto avverrà in due fasi: 

  • Al momento dell'acquisto, 
  • Quando l'IVA viene pagata da un commissionario. 

La fattura emessa dal fornitore extraeuropeo, ad esempio Cina o Giappone, viene inizialmente registrata al netto delle imposte o HT sulla base di una conversione in euro. L'IVA vi sarà poi addebitata direttamente dalla dogana. L'IVA del dropshipping sarà calcolata sulla base della fattura che avete pagato al vostro fornitore. 

Una volta fatta la dichiarazione di questa fattura IVA dropshipping in Francia, emessa dalla dogana, essa sarà presa in considerazione e vi permetterà di recuperare l'IVA all'importazione. 

Quali sono le fasi della dichiarazione IVA? 

Per rispondere alla domanda su come recuperare l'IVA in dropshipping, è necessario presentare una dichiarazione IVA. Non è sempre così facile, soprattutto se decidete di farlo da soli come imprenditori. Di solito viene effettuata in base al fatturato dell'azienda. In particolare, dovete sapere che per beneficiare dell'esenzione IVA, il vostro fatturato dell'anno precedente non deve superare una certa soglia. Devono inoltre essere soddisfatte diverse condizioni, tra cui la compilazione delle dichiarazioni periodiche. 

Ma prima di poter dichiarare l'IVA, è necessario dichiarare la propria attività. Questa è l'unica alternativa che consente di operare nelle migliori condizioni. È inutile ricordarvi che il dropshipping, sebbene vi permetta di guadagnare in tempi record e senza dedicarvi molto tempo, presenta notevoli rischi fiscali. Poiché la tassazione varia a seconda dello status che avete scelto per la vostra attività, è essenziale informarsi. 

Se la dichiarazione dei dazi doganali e dell'IVA in dropshipping rimane l'unico modo per recuperare l'IVA all'importazione, avete la possibilità di affidarla a un professionista. In effetti, potete assumere un commercialista che si occupi di questo compito per voi. Questo specialista sarà in grado di intraprendere tutte le procedure necessarie e di consigliarvi. 

La tassazione dell'IVA nel dropshipping come imprenditore autonomo in Francia è particolarmente bassa. Per questo motivo, è consigliato per l'avvio di un'attività. Tuttavia, questo status non è adatto alle imprese con un fatturato elevato. 

IVA applicata in dropshipping 

Mentre in precedenza il dropshipping era esente da alcune imposte, ora è soggetto all'IVA non appena il fornitore si trova in un paese terzo. L'IVA viene applicata al momento della vendita per tutti i beni di valore inferiore a 150 euro. Sono state apportate riforme per gestire meglio le vendite e tutti i tipi di transazioni di dropshipping e attività di e-commerce. 

Se il vostro fatturato è inferiore a 10.000 euro all'anno, sarete tassati con un'aliquota del 20% e la vendita sarà considerata come localizzata in Francia. Se il vostro fatturato supera i 10.000 euro all'anno, la vendita a distanza sarà definita nello Stato di residenza del cliente finale. Tuttavia, il dropshipper avrà ancora la possibilità di chiedere che le sue transazioni siano soggette all'IVA in Francia. 

Conclusione 

Per sviluppare più rapidamente la vostra attività di dropshipping, potete utilizzare strumenti di ricerca di prodotti di tendenza come Minea. In questo modo è più facile trovare tutti i prodotti vincenti per lanciarli rapidamente su canali che non sono ancora saturi. È gratuito e consente di usufruire di una versione gratuita.

Lanciare prodotti vincenti in 3 clic

Scoprite i prodotti vincenti in vendita oggi.

Prova gratuita

I nostri annunci gratuiti

  • Trova i prodotti vincenti sul nostro adspy Tiktok

  • Trova i prodotti vincenti sul nostro Facebook adspy

  • Trova i prodotti vincenti sul nostro Pinterest adspy

1 prodotto vincente ogni giorno.
Seguici!