Contenuti

È possibile non pagare l'IVA all'importazione in dropshipping?

Per lavorare come dropshipper, è possibile scegliere tra diversi statuti. Lo status di lavoratore autonomo consente di beneficiare dell'esenzione dall'IVA sulle importazioni in dropshipping. Come evitare di pagare l'IVA all'importazione nel dropshipping? Esistono alcune tecniche che possono aiutarvi ad aggirare la situazione e a non pagare l'IVA. 

Padroneggiare il principio dell'IVA sulle importazioni in dropshipping

Il dropshipping è un'attività di e-commerce che consente a un commerciante online di vendere i propri prodotti in modo più efficace. Non dovrà immagazzinare prodotti e quindi non ha bisogno di un fondo di avviamento consistente. Tutto ciò di cui hanno bisogno è un sito web per vendere i loro prodotti. Come altri rivenditori online, il dropshipper deve pagare l'IVA e i dazi doganali se si rifornisce di merci da un fornitore al di fuori dell'Unione Europea. 

Come posso evitare di pagare l'IVA nel dropshipping? È una possibilità che può essere presa in considerazione, a condizione che si conosca bene il principio del dropshipping e dell'IVA. Innanzitutto, è fondamentale capire quando si deve pagare l'IVA e i dazi doganali. Tuttavia, dal 2021 i dropshipper sono tenuti a pagare l'IVA, ma non i dazi doganali, che saranno pagati dai loro clienti. 

Quando un commerciante ordina merci dai Paesi dell'UE, non dovrà pagare alcuna tassa e al suo cliente verrà addebitata l'aliquota fiscale del suo Paese. Questo sarà il meccanismo di inversione di carica che entrerà in gioco. Ma solo se la sua azienda è registrata anche nell'UE. D'altra parte, quando si avvale di un fornitore esterno all'UE, cioè in dropshipping, le sue merci passeranno essenzialmente attraverso la dogana. 

Evitare l'IVA in modo legale nel dropshipping: alcune possibilità 

Per evitare i dazi doganali sulla vostra attività di drophipping, dovete registrarvi nell'UE ed effettuare le vostre transazioni in Europa. I problemi relativi all'IVA sorgono soprattutto quando si utilizza un fornitore che non ha sede in un paese dell'UE, ma in un paese extra-UE. Quando si effettua un ordine in Asia, ad esempio, si devono affrontare questioni doganali e di IVA. A differenza degli ordini effettuati in Spagna o in Germania, ad esempio. 

Se avete uno status diverso da quello di lavoratore autonomo, potreste voler conoscere i trucchi per evitare di pagare l'IVA all'importazione quando fate dropshipping. 

  • Acquisto di prodotti in piccole confezioni 

Si tratta di un'opzione legale e molto semplice che consente di evitare le spese doganali. È possibile effettuare gli ordini in piccole confezioni piuttosto che in grandi confezioni. Questo per evitare di superare rapidamente la soglia dei 150 euro. Tuttavia, questo può significare che dovrete pagare i costi di trasporto su base ricorrente. 

  • Ordinare prodotti su piattaforme estere

Per evitare le tasse, potete anche ordinare le vostre merci tramite piattaforme estere. Tra queste, Alibaba e AliExpress. Tuttavia, assicuratevi che il prezzo di un pacco non superi i 150 euro. In questo caso, il prodotto potrebbe essere più costoso rispetto a quello acquistato in un paese dell'UE con dazi doganali e altre tasse. 

  • Acquisti da un magazzino europeo 

Diverse aziende consentono già di usufruire di questa possibilità. Avrete importato merci, ma attraverso un magazzino in Europa. Ciò significa che c'è un intermediario che si occupa della spedizione delle merci dal Paese esportatore. 

  • Non dichiarare il valore esatto dei propri prodotti 

Un altro trucco è quello di non indicare il prezzo esatto, anche se non è legale. Indicando un valore falso, si inganna la dogana. Poiché la dogana non sarà in grado di determinare il prezzo della merce se non apre il pacco, si può prendere in considerazione questa possibilità. Tuttavia, questo rappresenta un rischio significativo che non deve essere minimizzato. 

Pagare l'IVA nel dropshipping come imprenditore

Se vi posizionate come importatori di prodotti in dropshipping e operate come autoimprenditori, non siete generalmente soggetti all'IVA. Le procedure per la creazione di un'impresa come autoimprenditore sono particolarmente snelle per incoraggiare i giovani e i titolari di progetti ad avviare un'attività. 

L'IVA sulle importazioni in dropshipping per un imprenditore autonomo è normalmente pagata dal cliente finale o dal fornitore di servizi che gestisce la consegna. Tuttavia, un imprenditore autonomo in dropshipping può essere soggetto all'IVA se il suo fatturato supera una certa soglia. In questo caso, dovrà addebitare il 20% di IVA su ogni vendita. 

Per saperne di più, è necessario conoscere i dazi all'importazione per il dropshipping. Si tratta di dazi doganali e IVA. Questi valori possono avere un impatto sulle vendite e quindi sul fatturato. 

Conclusione 

Minea è uno strumento di ricerca per alcuni dei prodotti più popolari nel dropshipping per superare i vostri concorrenti. Veloce e intuitivo, consente di risparmiare tempo e può essere utilizzato su tutti i dispositivi. Fonte inesauribile di prodotti vincenti, elenca tutti gli annunci di Facebook, tutti i posizionamenti di prodotti da parte di influencer, ecc. 

Lanciare prodotti vincenti in 3 clic

Scoprite i prodotti vincenti in vendita oggi.

Prova gratuita

I nostri annunci gratuiti

  • Trova i prodotti vincenti sul nostro adspy Tiktok

  • Trova i prodotti vincenti sul nostro Facebook adspy

  • Trova i prodotti vincenti sul nostro Pinterest adspy

1 prodotto vincente ogni giorno.
Seguici!